Uzbekistan: escursione Aral Sea

Volo mattiniero da Tashkent a Nukus per l’escursione sul lago Aral. Ci aspettano 450 km di andata e altrettanti per il ritorno, a bordo di fuori strada, su strade sterrate, deserto e steppa, di quello che una volta era il lago di Aral, ora quasi completamente prosciugato. Dormiremo nelle Yurta, sul lago. Siamo i soliti 6 amici, (Francesca, Tullio, Alina, Renato, Rita e Mario) compagni di più viaggie e la nostra guida italiana Faruh, dell’agenzia TourUzbekistan.it S.R.L. – INCOMING TOUR OPERATOR.

Ci aspettano tre fuori strada, nuovi. Facciamo provviste di viveri e di acqua e partiamo per raggiungere la prima destinazione Moynaq.

Escursione Lago Aral

Il cielo è velato, la strada per raggiungere Moynaq è buona.

Moynah

Moynaq si presenta in completo rifacimento. E’ tutto un cantiere, case e strade  in ristrutturazione. Nuovi quartieri, un occhio all’arredo urbano, piantumazione di alberi lungo le strade.

Ci fermiamo a pranzare presso una famiglia: cibo buono e abbondante. Poi andiamo a visitare il museo che raccoglie testimonianze di com’era il lago prima del declino.

Aral Sea

Moniaq museo

Oggi il lago Aral praticamente non esiste più.

Il lago raggiungeva 400 chilometri di lunghezza e quasi 300 di larghezza, per una superficie totale di 66 mila chilometri quadrati. I suoi due immissari, i fiumi Syr-Darya e Amu-Darya, gli fornivano mediamente 55 chilometri cubi di acqua all’anno. Dal 1960 in avanti, per l’irrigazione delle piantagioni di cotore, vengono prelevati annualmente milioni di cubi di acqua. Negli anni Duemila il flusso annuo delle acque immissarie verso l’Aral è calato ulteriormente, riducendosi a meno di un decimo rispetto agli anni Cinquanta.

Cimitero delle barche

L’intera zona viveva dell’economia legata al lago, in particolare Moynaq, florido centro uzbeco di attività legate alla pesca. A testimonianza rimangono gli scheletri delle barche, insabbiate nel deserto.

Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche Moniaq Cimitero delle barche

Il viaggio prosegue attraverso la steppa e il deserto.

Lago Aral Lago Aral

Lago Aral Lago AralLago Aral Lago Aral

Tramonto sul Lago Aral

Lago Aral Lago Aral Lago Aral

Lago Aral

Lago Aral

Villaggio con le Yurte

Ci accampiamo, serata fresca con un po’ di vento fresco. Cena al lume di candela. Notte stellata.

Yurta Yurta  Yurta

Yurte lago aral Yurte lago aral Yurte lago aral

Colazione e riprendiamo il viaggio verso il Canyon, Caravan serraglio, lago di Sudochie e necropoli di Mizdakhan.

Lao Aral Lao Aral Lao Aral Lao Aral Lao Aral Lao Aral

Lago di Sudochie

Lago di Sudochie Lago di Sudochie Lago di Sudochie Lago di Sudochie Lago di Sudochie Lago di Sudochie Lago di Sudochie

Necropoli di Mizdakhan

Grandioso antico complesso architettonico Mizdakhan (IV secolo a.C. – XIV secolo a.C., XVII – XX secolo) è situato sulle colline, che conduce verso l’altopiano di Ustyurt e Moynak, non lontano da Nukus in Karakalpakstan e occupa un vasto territorio in 200 ettari. Mizdakhan è un enorme insieme di antichità di età mista e comprende uno dei cimiteri più antichi dell’Asia centrale.

Mizdakhan Mizdakhan Mizdakhan Mizdakhan Mizdakhan

Mausoleo sotterraneo di Mazlumkhan-sulu

Il mausoleo Mazlumkhan-sulu (secoli XII-XIV) è un monumento architettonico semi-sotterraneo.

Sulla superficie del terreno possiamo vedere un portale e una cupola, mentre la parte principale del monumento, così come i locali centrali, sono situati al piano inferiore, accessibili attraverso un corridoio a volta con scale. La sala centrale del mausoleo è quadrata con tre nicchie profonde e una bassa coperta da una cupola ottagonale. Le pareti sono decorate con “fiocchi” azzurro.

Mausoleo sotterraneo di Mazlumkhan-sulu

Mausoleo sotterraneo di Mazlumkhan-sulu Mausoleo sotterraneo di Mazlumkhan-sulu

Mausoleo di Shamun-Nabi

ll mausoleo a sette cupole di Shamun-Nabi si trova sulla collina settentrionale del complesso Mizdakhan. La struttura risale al 18 ° secolo. All’interno del mausoleo fu costruita una pietra tombale lunga oltre 25 metri. Secondo una versione di Chamoun Naby era un gigante, che è paragonabile alle dimensioni della sua tomba, dall’altra – era considerato un mago e un prodigio. Comprendeva il linguaggio degli animali, guariva le malattie, poteva controllare gli elementi e persino il movimento dei corpi celesti. (approfondimenti).

Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan

Altri scorci della Necropoli

Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan

Gaur Kala

Le rovine di  Gaur Kala che furono distrutte da Shingiz-Khan.

Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan

Veduta di Mizdakhan dalle rovine di Gaur Kala

Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan Necropoli Mizdakhan - Karakalpakstan - Uzbekistan

… e non finisce qui …. stay tuned ….

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *